Come riconoscere un'anamnesi estetica professionale

Pubblicato il 28.08.2018 da Daniela Specht

L' estetista a cui ti  stai affidando è davvero quella giusta per te? Il primo segnale di professionalità arriva dalla scheda anamnesi clienti. In questo articolo, analizziamo gli elementi fondamentali che questo strumento deve presentare per risultare efficace.

Scoprili subito!

Scheda anamnesi cliente: come riconoscere l'estetista professionale

Una professione come quella dell'estetista si basa -più di tante altre senza dubbio- sulla personalizzazione del servizio offerto.

Gli standard di lavoro devono essere elevati per ottenere la soddisfazione del cliente.

Il più grande beneficio di un'anamnesi condotta in modo impeccabile dall'estetista è che rende straordinaria l'esperienza vissuta dalla cliente all'interno del centro estetico.

Se l'aspetto esteriore è valorizzato al massimo del suo potenziale, anche il nostro benessere psicologico ne giova!

Ci sentiamo meglio con noi stesse, più attraenti, parliamo più volentieri con gli altri. Sono numerosi i casi di clienti che hanno cambiato il proprio atteggiamento nei confronti della vita, sentendosi più sicure di sé: pelle del viso senza imperfezioni, corpo tonificato, mani e piedi curati non sono semplici dettagli ma parti fondamentali di noi.

L'estetista professionale si interessa alla sua cliente e la ascolta in maniera attiva. Secondariamente provvede a compilare la scheda cliente, ponendo le domande più in linea con le sue necessità.

Check up completo: in cosa consiste

Entrare in un centro estetico è una forma di amore verso noi stesse!

È il momento in cui tutto scompare al di fuori della porta d'ingresso. Una volta varcata la soglia, puoi isolarti dal resto del mondo e finalmente passare del tempo con te stessa. E osservarti: andiamo sempre troppo di fretta e spesso dimentichiamo anche solo di guardarci più da vicino.

L'estetista professionale sa che il primo passo da compiere è proprio questo riavvicinamento della cliente a se stessa, al suo viso e al suo corpo.

Un check up completo, consiste in:

1. Un'anamnesi viso. La professionista osserva la pelle della cliente ad occhio nudo, soffermandosi prima di tutto sulla classica zona T (fronte, naso, mento). Si tratta delle aree più soggette alle impurità: necessitano di trattamenti più profondi e purificanti, rispetto alla pelle delle guance ad esempio. Valutiamo anche:

  • ph
  • fototipo
  • luminosità

La valutazione prosegue: esaminiamo lo stato di salute della pelle del viso attraverso il tatto. Tramite il contatto con i polpastrelli delle mani infatti valutiamo:

  • la tonicità dei tessuti o la secchezza
  • la presenza di sebo e il suo eventuale eccesso
  • la termoregolazione della cute

Passiamo ad una fase più approfondita della nostra analisi e utilizziamo uno strumento speciale: la lampada ad ingrandimento. In questo modo riusciamo sia ad illuminare ogni centimetro dell'epidermide, sia ad avere una visione oculare più precisa e individuare pori dilatati, couperose, piccole rughe e punti neri.

Infine, ricorriamo alla tecnologia: grazie ad un speciale manipolo munito di lente e luci, riusciamo a fare una valutazione della pelle più precisa e sicura, vedendo così anche possibili impurità e macchie sottocutanee.

2. Un'anamnesi corpo. Procedendo con lo stesso metodo proposto per l'analisi del viso, valutiamo anche lo stato di salute del corpo. L'indagine tattile permette di individuare contratture e tensioni (ad esempio a livello della schiena); l'indagine visiva invece mette in evidenza inestetismi come cellulite, vene varicose o presenza di capillari evidenti. 

Passiamo in rassegna tutta la pelle del corpo, le ruvidità, gli accumuli di adipe e lo stato di benessere di mani, piedi e unghie.

Per misurare i risultati nel breve ma soprattutto nel medio e lungo periodo, annotiamo anche altri parametri, come ad esempio:

  • peso corporeo
  • ritenzione idrica
  • massa magra e grassa
  • fabbisogno calorico

Siamo quasi giunte al termine della nostra anamnesi, non resta che compilare nel dettaglio la scheda tecnica che custodiremo nel nostro database. Infine, potremo finalmente studiare il percorso terapeutico da proporre alla nostra cliente (personalizzato e in linea con le sue reali necessità).

Come fare una scheda cliente

Cominciamo con i dati personali e di contatto: 

  • nome e cognome
  • residenza
  • età
  • professione
  • numero di telefono

Si procede con la descrizione dei motivi che hanno spinto la nostra cliente  a rivolgersi ad un centro estetico e degli obiettivi che si prefigge di raggiungere.

Anche determinare i tempi di attuazione del programma è importante, perché permette alla cliente di sapere quando aspettarsi i primi risultati. Il monitoraggio sarà costante nel tempo e ci sarà sempre un confronto diretto con l'estetista per verificare i miglioramenti.

Nel caso di nuove esigenze che sopraggiungono o di modifiche al piano d'azione stabilito in partenza, il dialogo con l'estetista rimane il punto cruciale della gestione del cliente. Per questo un approccio professionale si riconosce fin dalle prime battute: dall'ascolto attivo in fase iniziale fino alla compilazione della scheda di anamnesi.

La consulenza prosegue con l'intento di delineare trattamenti il più possibile personalizzati: continuiamo con l'indagine riguardante lo stile di vita della cliente. In particolare:

  • quali sono le sue abitudini alimentari
  • se conduce uno stile di vita corretto (se fuma ad esempio)
  • se fa sport
  • se ha del tempo libero a disposizione
  • con quale frequenza può dedicarsi ai trattamenti

 

Ognuno di questi punti può essere approfondito in maniera verticale. Se ad esempio la cliente ha dei problemi di salute, allora approfondiamo l'analisi, ricercando altre informazioni:

  • quali sono le patologie di cui soffre o ha sofferto in passato
  • se assume farmaci in modo abituale
  • se ha intolleranze o allergie ad alcune sostanze
  • se si trova in cura medica

Cosa significa anamnesi

Il termine appartiene all'ambito medico e coincide con la raccolta -molto particolareggiata come abbiamo visto- di tutte le informazioni necessarie per un' attenta valutazione delle condizioni di un paziente.

Per noi anamnesi significa non solo indagine fisiologica e dello stato di salute/benessere delle nostre clienti. Ci piace pensare all'anamnesi nella sua accezione originaria, quella appartenente all'epoca  di Platone e alla sua filosofia. L'anamnesi è allora ricordo di tutto ciò che era prima: Platone faceva riferimento ad un'esistenza anteriore, per noi è il progetto di una nuova vita, con un corpo e un viso più belli e curati.

Estetica: vari tipi di pelle e conseguenze di trattamenti sbagliati

L'obiettivo dell'anamnesi estetica è la tutela del cliente. Rinunciare a questo step per buttarsi nel fai-da-te o replicare il trattamento consigliato ad un'amica, significa nella maggior parte dei casi non ottenere risultati (e quindi limitarsi al  solo dispendio di tempo e di denaro).

Sono frequenti purtroppo però i casi in cui la cliente peggiora in modo visibile le proprie condizioni estetiche, facendo autogol spesso difficili da recuperare!

Un esempio?

Il più comune è asciugare la pelle del viso con maschere purificanti e astringenti. Come abbiamo già valutato invece, le impurità presenti nella zona T sono comuni a molte donne ma spesso la pelle del contorno viso o delle guance è normale o addirittura secca. Utilizzare una maschera aggressiva nei confronti del sebo equivale ad alterare il ph del viso e a desquamare l'epidermide.

L'anamnesi estetica della pelle è indispensabile per stabilire i trattamenti d'urto con i quali intervenire nei confronti di esigenze o problematiche specifiche. 

Avvalersi di questa analisi è importante però anche per aggiustare il tiro sulla routine cosmetica di ogni giorno...e scoprire che a volte bastano pochi e semplici gesti per salvarci la pelle!

 

Ricapitolando, quali sono i benefici essenziali di un'anamnesi estetica per viso e corpo?

 

  • Migliori l'aspetto di viso e corpo in poche settimane, impennando anche l'umore e ritrovando il sorriso
  • Trovi la soluzione ideale per te, perché lo stesso inestetismo può avere cause diverse a seconda della donna interessata
  • Ottieni risultati migliori certi perché i consigli sono personalizzati e non i soliti dispensati in dieci minuti di chiacchierata
  • Ottimizzi l'esperienza all'interno del centro estetico perché hai modo di comparare  il prima e dopo 
  • Correggi gli errori della tua routine cosmetica quotidiana

 Hai bisogno di un consiglio per l'anamnesi del tuo viso e del tuo corpo?