Il massaggio, per il benessere del corpo e l’equilibrio della mente

Pubblicato il 24.09.2019 da Daniela Specht

Corpo e psiche possono ritrovare salute ed equilibrio grazie a una forma di terapia le cui origini si perdono nella notte dei tempi

Il massaggio è, con buone probabilità, la più remota forma di terapia medica. Pare fosse ampiamente diffuso in Oriente seimila anni fa e già noto agli antichi greci e romani come efficace rimedio per moltissime afflizioni, sia del corpo che della mente.

Oltre a lenire i dolori muscolari e articolari e a sciogliere le contratture, il massaggio rimette in moto le attività fisiologiche dell’organismo: viene ripristinata la circolazione sanguigna e linfatica, i processi metabolici recuperano un nuovo equilibrio e si favorisce la diffusione nell’organismo di molte sostanze vitali.

I benefici di un massaggio eseguito professionalmente, agendo sul sistema nervoso e ormonale, si riflettono anche a livello psicologico, aiutandoci a ridurre la tensione mentale, calmando gli stati ansiosi e i sintomi depressivi, arrivando a essere di grande aiuto anche in caso di insonnia o di altri disturbi del sonno.

Il tatto, assoluto protagonista

Il tatto è il principale senso coinvolto in questo trattamento, importantissimo in termini emozionali: è questo infatti il primo a formarsi nell’embrione umano ed è quello su cui facciamo più affidamento in ogni fase della nostra vita. Il massaggio ha davvero il potere di farci tornare per qualche istante bambini, quando venivamo coccolati da mani di cui ci fidavamo in modo assoluto.

Grazie ai recettori epidermici percepiamo ogni movimento eseguito dal massaggiatore, una sensazione che ci aiuta a ritrovare la nostra fisicità, insegnandoci a conoscere meglio il corpo e ad ascoltarlo. Per ritornare in contatto con noi stessi e ridurre, quanto più possibile, la distanza che si è andata a creare tra il nostro lato fisico e la nostra mente.

Il massaggio riattiva le cellule e risveglia energie rimaste a lungo inattive, un’azione che ha delle conseguenze positive sul nostro umore e sulla nostra capacità di relazionarci con il mondo che ci circonda. Con ritrovata armonia e nuovo entusiasmo.

Se il tatto ha un ruolo di indubbia importanza nel massaggio, gli altri sensi non vengono certo trascurati. Il trattamento coinvolge anche olfatto, udito e vista, in un ambiente caldo ma non soffocante e illuminato da luci soffuse, dove aleggiano i delicati profumi delle essenze presenti nelle creme e negli oli utilizzati. Il frastuono del mondo esterno è lontano, per garantirci un’esperienza rilassante sotto ogni profilo.

Quale massaggio è il più adatto a noi?

Esistono molti tipi di massaggio, da quelli che hanno come principale scopo il rilassamento muscolare - in grado risolvere tutte quelle tensioni dovute allo stress e a posture scomode o innaturali -, ai trattamenti specifici dedicati a patologie e altre situazioni particolari.

Chi pratica sport a livello agonistico o ha intrapreso un percorso di riabilitazione dopo traumi o operazioni chirurgiche, per esempio, può trovare nelle esperte manipolazioni di massaggiatori professionali la soluzione alle problematiche che affliggono articolazioni e tessuti.

Da molti considerato un lusso, il massaggio rilassante si rivela invece un preziosissimo alleato nell’affrontare la quotidianità: un trattamento corpo intero, in una seduta che può andare dai 30 ai 90 minuti, darà ossigeno ai tessuti delle articolazioni e promuoverà la circolazione sanguigna, offrendovi una diffusa sensazione di piacere in tutta la persona. Concedetevelo almeno un paio di volte alla settimana: il vostro corpo - e la vostra mente - vi ringrazieranno mettendovi a disposizione quell’energia che credevate di avere perso per sempre.

Il massaggio decontratturante è dedicato in particolare modo alla schiena e alla zona cervicale: la sua azione profonda si concentra sui tessuti connettivi e muscolari con il preciso scopo di sciogliere contratture e tensioni. È molto consigliato in situazioni di stress e stati ansiosi, anche come azione preventiva.

Nei piedi la soluzione a congestioni, infiammazioni e tensioni

Grazie alla riflessologia plantare si ristabilisce l’equilibrio energetico del corpo attraverso la stimolazione e compressione di specifici punti di riflesso presenti sulla parte inferiore piede. Questi punti sono relazionati energicamente a organi e apparati: operando su di essi esercitiamo un’azione preventiva e d’intervento su eventuali squilibri dell’organismo.

La riflessologia plantare agisce con efficacia in tre ambiti principali: congestione, infiammazione e tensione. Si rivela particolarmente indicata nel combattere i più comuni mal di schiena e la cistite, ma offre un grande sollievo anche quando si tratta di risolvere stati di stress e ansia.

Un massaggio per combattere la cellulite

Tra le problematiche che possono essere affrontate con successo dal massaggio c’è sicuramente quella degli inestetismi provocati da cellulite e ritenzione idrica: attraverso un trattamento specifico, si va a intervenire direttamente sui tessuti allo scopo di favorire il ritorno sanguigno, venoso e linfatico

Il massaggio circolatorio scioglie i depositi adiposi di natiche, fianchi e cosce, facilitando la rimozione dei liquidi in eccesso che, dopo essere indirizzati verso i reni, vengono eliminati con il naturale processo di diuresi.

Il vostro corpo in buone mani

Per essere davvero efficace, il massaggio - di qualsiasi genere - deve essere praticato in condizioni ottimali da personale professionalmente abilitato, dopo un’attenta analisi delle problematiche da affrontare e delle condizioni generali di salute del cliente.

I massaggiatori sapranno fornire informazioni dettagliate sulle modalità di intervento e consigliare eventuali trattamenti specifici. Il vostro corpo merita di essere lasciato con fiducia in buone mani.